ANTIFURBO V 2.0




UN'ANTIFURTO SEMPLICE DA COSTRUIRE UTILE SIA PER LA CASA CHE PER L'AUTO CHE SFRUTTA L'UTILIZZO DI UN SOLO RELE' 12 V     E  CHE ACCETTA SENSORI DI QUALSIASI TIPO CON CONTATTO N.A. PULITO E FUNZIONANTE A 9-15V  O 220V .

SCHEMA ELETTRICO
PREFAZIONE
In seguito a notizie preoccupanti riguardanti continui furti in abitazioni della mia zona ho deciso di realizzare un' antifurto da “combattimento” ed economico sfruttando un relè e altri componenti poco impegnativi. Si può utilizzare sia per la casa che per l'auto.
Navigando per la rete ho rispolverato le memorie storiche della scuola che ho frequentato ed ecco a voi il risultato del mio lavoro relativo al solo modulo antifurto .


ELENCO COMPONENTI ANTIFURBO

  1. n° 1 alimentatore stabilizzato da 12 V – 1A* ( La corrente che deve erogare l'alimentatore dipende soprattutto dall'assorbimento della sirena)
  2. n° 1 Portafusibili con fusibile da minimo 1 A
  3. n° 1 Jumper JP1 (ponticello 2 contatti maschio e femmina)
  4. n° 5 Morsetti a doppia vite
  5. n° 1 Relè 12V, K1 (mod.S4, 2 contatti di scambio, 5A)
  6. n° 1 Sirena da 12V
  7. n°1 Interruttore Normalmente Aperto (S1)
  8. n°1 Diodo 1n 4004 o equivalenti (vanno bene tutti i modelli)
  9. n°1 Jack alimentazione da basetta con positivo centrale

Lo scopo di questo circuito è quello di far suonare una sirena quando qualcuno forza una porta o una finestra oppure invade una zona controllata da un rilevatore infrarossi, che in definitiva è ciò che fanno tutti gli antifurto del mondo, però ha chiaramente dei limiti in quanto, per esempio, sfruttando sensori con contatti NA se tagliano i fili dei sensori prima di entrare l'antifurto non può suonare inoltre non è dotato degli opzional che può offrire un antifurto che si rispetti.
Per accendere l'antifurto si può commutare l'interruttore S1, naturamente se si desiderasse dotare l'impianto di più interruttori basterà realizzare collegamenti con deviatori/invertitori o con relè passo/passo collegandosi sul morsetto S1.

FUNZIONAMENTO COME CONTROLLO PORTA APERTA o RILEVAMENTO TRANSITI ----- > JP1 aperto
Quando uno dei sensori commuta (mettendo in corto X3 1-2) e manda il riferimento + Vcc attrae il relè K1, la sirena suona per il tempo che la porta rimane aperta o che il soggetto si trova nel raggio d'azione del rilevatore infrarossi (a seconda delle esigenze è possibile collegare una lampada al posto della sirena).
FUNZIONAMENTO COME ANTIFURTO -----> JP1 collegato
L'allarme scatta quando uno dei sensori commuta (mettendo in corto X3 1-2) e manda il riferimento + Vcc al relè K1 che attrae e tramite il contatto n°2 manda l'alimentazione +Vcc verso la sirena/lampade (X2).
Il relè K1 rimane attratto tramite il suo contatto n°1 di automantenimento. Da questo momento l'allarme rimane memorizzato, qualsiasi cosa accada, per spegnerlo/resettarlo bisogna togliere l'alimentazione commutando S1.

UTILIZZO DELL'ANTIFURTO
L'attivazione dell'antifurto si ottiene commutando S1.
Per permettere l'accensione dell'antifurto e poter uscire di casa senza far scattare l'allarme si deve utilizzare il Temporizzatore 1 (X4) che alimenta il circuito in ritardo rispetto all'azionamento dell' interruttore S1 mentre per poter permettere l'ingresso in casa prima che scatti l'allarme viene ritardato l'azionamento della sirena tramite Temporizzatore 2 (X5) per dare il tempo di resettare o spegnere l'allarme stesso, Si può evitare l'utilizzo dei suddetti temporizzatori installando un'interruttore a chiave esterno al locale da allarmare (da collegare al morsetto S1).Se non si usano i temporizzatori basta ponticellare i due morsetti X4 ed X5.

TEMPORIZZAZIONE
Per temporizzare si possono utilizzare tutti i modelli di timer dotati di contatto “pulito” NA alimentati con 9-15V DC.
Il morsetto X4, denominato Temp.1, è riservato al contatto NA del temporizzatore di alimentazione il quale può essere alimentato fra i morsetti X1-1 (polo positivo) ed X2-1 o X3-1 (polo negativo).
Il morsetto X5, denominato Temp.2, è utilizzato per il temporizzatore della sirena/luci ed utilizza sempre il contatto NA relativo, può essere alimentato fra i morsetti X5-2 (polo positivo) ed X2-1 o X3-1 (polo negativo).
All'interno di www.grix.it ho visto parecchi esempi di realizzazione di timer utili allo scopo.

SPIE o LAMPADE
Per segnalare l'accensione dell'antifurto collegare una lampada fra X1-1 ed X2-1 o X3-1
per segnalare la presenza di un allarme attivo collegare la lampada su X2-1e2.

PRECAUZIONI
Visto il modo di funzionamento è chiaro che gli interruttori collegati sul morsetto S1 dovranno essere posizionati in luoghi sicuri e non in vista o essere di tipo a “chiave hardware o software” oppure ad infrarossi in modo che nessun malintenzionato possa approfittarne.